Thok Mig R+

Thok Mig R+

La MIG-R è nata per i biker più esigenti, che cercano una e-mtb con componenti top per una esperienza di guida unica in tutte le situazioni. Baricentro basso, elevata rigidità, gruppo Shimano XT con cassetta 11-46.Grazie alla tecnologia LGC, la posizione della batteria (da 504Wh, impermeabile, che consente 1.000 cicli di ricarica) ha permesso di abbassare il baricentro della MIG, ottimizzando la distribuzione del peso. Questo assicura stabilità e maneggevolezza nell'affrontare e superare qualsiasi ostacolo, sia in discesa che in salita.Grazie all'ottimizzazione della connessione tra tubo obliquo, supporto motore e carro posteriore, i tecnici THOK sono riusciti a raggiungere un'elevata rigidità nella zona centrale del telaio, ottenendo manovrabilità eccezionale e perfetta reattività in ogni condizione.Il telaio è in lega leggera 6061 T4 T6 con parti lavorate al Cnc e con 140 mm di travel al posteriore, gomme 650b Plus e motorizzazione Shimano Steps.
Gli ingredienti, insomma, ci sono tutti.

Geometria.
Con 66° di angolo sterzo la Thok Mig R è decisamente a suo agio in qualsiasi situazione.
Se parliamo invece dell’angolo del tubo sella, i 74,5° di inclinazione sono ottimi per pedalare.
Il tubo orizzontale arriva a 615 mm in taglia L, ovvero non una lunghezza da record per la categoria, ma è una misura che dà un buon bilanciamento in sella e un ottimo feeling alla guida.L’altezza del movimento centrale è di 350 mm da terra ed è un valore ottimo per questa categoria di bici.
Risulta veramente difficile urtare con la parte bassa del telaio, grazie anche al ridotto ingombro del motore Shimano Steps.
Altro valore da tener bene in considerazione è la lunghezza del carro che si ferma a 450 mm, ovvero un valore standard per le attuali e-bike con gomme Plus.Assetto in sella: 9,0
Il sottoscritto è alto 183 cm e ha provato la Thok Mig R in taglia L.
La prima sensazione è quella di essere su una bici abbastanza “alta” come impostazione. Il movimento centrale e l’altezza manubrio da terra sono considerevoli e bisogna abituarcisi appena saliti in sella, ma bastano davvero un paio di uscite per cominciare a sentirsi cucita addosso questa tuttofare.

La Thok Mig R è davvero una e-bike tuttofare ma nonostante questo l’interasse di ben 1214 mm (in taglia L) le permette prestazioni in discesa di tutto rispetto pur mantenendo un’ottima reattività nei cambi di direzione.

assando invece al ponte di comando l’allestimento è davvero aggressivo: manubrio da 780 mm di larghezza e 20 mm di rise abbinato ad un attacco da 45 mm rendono ogni cambio di direzione immediato infondendo una certa sicurezza nei comandi.
L’angolo di sterzo da 66°, infine, ispira confidenza sin da subito.

– Cura costruttiva.
Il design della Thok Mig R è azzeccato: semplice e con pochi fronzoli.
Questo telaio è ben rifinito e possiamo vedere come il passaggio interno dei cavi di trasmissione, freni e reggisella sia stato pensato nel migliore dei modi.Altro particolare degno di nota è il paracolpi custom (fornito di serie in due colorazioni, nero oppure rosso) in materiale plastico che protegge la batteria da urti contro rocce e sporgenze. Nonostante le generose dimensioni delle gomme da 2,8 ” il passaggio nel telaio è buono e il fango non impensierisce più di tanto.La qualità costruttiva del carro è di alto livello e le tubazioni non certo risicate per dimensioni rendono l’insieme solido e preciso.Altro aspetto molto importante nel segmento e-bike è la posizione del portaborraccia. Sulla Thok Mig R è presente un solo attacco in posizione classica così da favorire la presa e diminuire il rischio di uscita accidentale della borraccia.
Il guidacatena è ancorato alla parte bassa del triangolo principale, appena sopra la corona anteriore del motore Shimano Steps E8000.Il comando remoto ha una classica levetta che non è risultata molto ergonomica.
La presenza del comando Shimano Di2 per selezionare la modalità di assistenza (foto in basso) non permette di utilizzare un comando del reggisella di tipo trigger, molto più pratico da attivare.Peso bici: 10
Con 21,3 kg  di peso (in taglia M senza pedali) la Thok Mig R si posiziona tra le migliori di categoria se teniamo in considerazione il tipo di montaggio e soprattutto il prezzo a cui viene proposta.
Grazie all’abbassamento del baricentro (permesso dal motore Shimano e dalla batteria inserita nel tubo obliquo) e alle geometrie moderne, alzare l’anteriore o fare un bunnyhop è relativamente facile (per essere una e-bike).
Come su qualsiasi Mtb a pedalata assistita è invece da tenere a mente i 21,3 Kg di peso quando vogliamo rallentare bruscamente. L’inerzia, infatti, è maggiore rispetto ad una Mtb e dobbiamo ricalibrare quelli che sono i nostri riferimenti in frenata.Thok garantisce i propri prodotti per due anni, come richiesto per legge. E’ previsto però un servizio di crash raplacement sul telaio della durata di due anni.

Efficienza sospensione posteriore in salita.
Il mix decisamente azzeccato tra schema di sospensione e tuning ammortizzatore, unito alla geometria bilanciata, dona alla Thok Mig R delle doti da scalatrice ottime.

Quando infatti stiamo salendo su asfalto basta posizionare l’ammortizzatore e la forcella nella posizione di lock-out per non avvertire nessun movimento indesiderato. Anche se ci alziamo sui pedali la risposta è ottima e possiamo sfruttare appieno tutta la potenza per salire alla massima velocità.Sulle salite offroad il discorso è simile, ma non del tutto.
Se infatti affrontiamo strade forestali senza pretese di velocità possiamo stare tranquilli, aprendo l’idraulica di ammortizzatore e forcella godendoci il percorso, ma se la situazione comincia davvero a farsi seria con pendenze considerevoli, passaggi più impegnativi e tratti in single track, si rimpiange un po’ l’assenza di una modalità intermedia sul blocco ammortizzatore.Questo perché la sospensione sbloccata è molto “plush” (cioè fluida e sensibile) e quando si prova a pompare per salire su un ostacolo si perde un po’ di efficacia.Al contrario, a sospensione chiusa ci si ritrova a rimbalzare su ogni asperità ottenendo lo stesso risultato.
– Erogazione potenza in salita.
Il comportamento dello Shimano Steps è esemplare per fluidità, intuitività e facilità di utilizzo. Il voto è il medesimo che abbiamo già dato ad altre bici equipaggiate con lo stesso motore.
– Impressioni di guida in salita.
Nonostante la mole da e-bike la Thok Mig R si guida in salita molto bene.
Il ponte comando con il manubrio da 780 mm e il rise di 20 mm abbinato all’attacco manubrio corto regalano all’anteriore una precisione di guida notevole e lo sterzo non risulta pesante nonostante la gomma di larga sezione.
Ovviamente, se non siete mai saliti su una e-bike sappiate che anche in salita il lavoro di braccia e busto per contrastare e bilanciare la spinta del motore è notevole e stancante.

 

 


» Torna Indietro